Parrocchia
MARIA REGINA MUNDI
Nichelino (To)
interno chiesa

Quando le tue parole mi vennero incontro, le divorai con avidità;
la tua parola fu la letizia e la gioia del mio cuore...
(Ger 15, 16)

LITURGIA DELLA PAROLA

Le letture scelte dalla sacra Scrittura con i canti che le accompagnano costituiscono la parte principale della Liturgia della Parola; l’omelia, la professione di fede e la preghiera universale o preghiera dei fedeli sviluppano e concludono tale parte. Infatti nelle letture, che vengono poi spiegate nell’omelia, Dio parla al suo popolo, gli manifesta il mistero della redenzione e della salvezza e offre un nutrimento spirituale; Cristo stesso è presente, per mezzo della sua parola, tra i fedeli. Il popolo fa propria questa parola divina con il silenzio e i canti, e vi aderisce con la professione di fede. Così nutrito, prega nell’orazione universale per le necessità di tutta la Chiesa e per la salvezza del mondo intero.


Se vuoi approfondire la conoscenza della struttura della Celebrazione Eucaristica, clicca qui

PREGARE LA PAROLA (Lectio Divina)


CI PREPARIAMO

Cerchiamo il silenzio nel nostro cuore e attorno a noi


"Bada ai tuoi passi, quando ti rechi alla casa di Dio" (Qo 4, 17)
Per penetrare nella Parola di Dio, consegniamo a Lui, per mezzo di Maria, degli angeli e di tutti i santi, noi stessi, i nostri sentimenti, le nostre occupazioni e preoccupazioni, tutto quello che ci può distrarre ed allontanare dall'intimità necessaria per permettere a Dio di parlarci


Chiediamo perdono al Signore

"Ritornate a me con tutto il cuore" (Gl 2, 12)
Il Mister della Parola di Dio è infinitamente grande e noi siamo solo delle piccole creature. Non possiamo, né dobbiamo avvicinarci ad Essa senza un sincero pentimento dei nostri peccati


Invochiamo lo Spirito Santo

"Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà del mio e ve l'annunzierà" (Gv 13, 16)
Solo lo Spirito Santo può aprire la nostra intelligenza, la nostra mente, ma soprattutto il nostro cuore alla Parola di Dio e permettere alla nostra volontà di agire.


LEGGIAMO LA PAROLA E LA MEDITIAMO

"Dammi intelligenza, perché io osservi la tua legge e la custodisca con tutto il cuore" (Sal 119, 34)
Leggiamo tutto il brano, lentamente e con attenzione. La Parola di Dio non è un libro qualsiasi: è la Voce di Dio che ci parla in questo momento.


CONTEMPLIAMO LA PAROLA

"La tua Parola nel rivelarsi illumina, dona saggezza ai semplici" (Sal 118, 130)

Ci fermiamo sul versetto che ci ha più colpiti: lasciamo che penetri in noi stessi e si trasformi in preghiera.


LASCIAMO CHE LA PAROLA ENTRI NELLA NOSTRA QUOTIDIANITA'

"La tua Parola conserva coloro che credono in Te" (Sap 16, 26)

Cerchiamo di farci accompagnare da questa Parola per tutta la giornata, perché cambi il nostro cuore e il nostro modo di agire.



Per approfondire l'argomento della Lectio Divina, visita il sito del: MONASTERO DI BOSE

Letture della domenica

PREGHIERA DEL LETTORE

Apri i miei occhi Signore,
perché io riconosca
le meraviglie della tua Parola.
La potenza del tuo Santo Spirito
sia il mio cuore e sulle mie labbra
perché io proclami degnamente
e con rettitudine le tue parole.
Tu, che come carbone ardente
toccasti le labbra del profeta
purificandole dal peccato,
ora tocca anche le mie;
liberami da ogni male
e rendimi capace di proclamare
i tuoi insegnamenti.
(Sant'Isidoro)