Parrocchia
MARIA REGINA MUNDI
Nichelino (To)
interno chiesa

SACRAMENTO DEL BATTESIMO

Il santo Battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana, il vestibolo d'ingresso alla vita nello Spirito («vitae spiritualis ianua»), e la porta che apre l'accesso agli altri sacramenti.
Mediante il Battesimo siamo liberati dal peccato e rigenerati come figli di Dio, diventiamo membra di Cristo; siamo incorporati alla Chiesa e resi partecipi della sua missione: «Baptismus est sacramentum regenerationis per aquam in verbo – Il Battesimo può definirsi il sacramento della rigenerazione cristiana mediante l'acqua e la parola».

Lo si chiama Battesimo dal rito centrale con il quale è compiuto: battezzare, in greco, significa «tuffare», «immergere»; l'«immersione» nell'acqua è simbolo del seppellimento del catecumeno nella morte di Cristo, dalla quale risorge con lui, quale «nuova creatura» (2 Cor 5,17; Gal 6,15).
(dal Catechismo della Chiesa Cattolica)



PADRINO e MADRINA

Perché la grazia battesimale possa svilupparsi è importante l'aiuto dei genitori.
Questo è pure il ruolo del padrino o della madrina, che devono essere credenti solidi, capaci e pronti a sostenere nel cammino della vita cristiana il neo-battezzato, bambino o adulto. Il loro compito è una vera funzione ecclesiale («officium»). L'intera comunità ecclesiale ha una parte di responsabilità nello sviluppo e nella conservazione della grazia ricevuta nel Battesimo.


INDICAZIONI PRATICHE

Negli orari di apertura dell'Ufficio Parrocchiale si prenderanno accordi per l’incontro della famiglia con il parroco (al mercoledì pomeriggio) o con il diacono (al sabato mattina). Durante tale incontro ci sarà la presentazione e conoscenza della famiglia (è richiesta la partecipazione di tutti i membri); ci si confronterà sulle motivazioni che hanno spinto alla scelta del Battesimo; si sceglierà la data del rito; si concluderà con la benedizione della famiglia.

Durante la celebrazione Eucaristica delle ore 18:15 del sabato che precede la celebrazione del Battesimo ci sarà la PRESENTAZIONE dei bambini e della famiglia alla comunità parrocchiale e l'ACCOGLIENZA nell'assemblea.
Occorrerà presentarsi in parrocchia per le ore 17.30: ai genitori e ai padrini verrà proposta una catechesi, prima di unirsi alla celebrazione delle 18.15.
Le famiglie sono invitate a portare una foto dei propri bambini: appese su un cartellone in chiesa, permetteranno a tutta la comunità di conoscere i neobattezzati e pregare per loro.